Fondazione Cariverona: contributi sul bando 2016

19 November 2015
Soggetti beneficiari
 
Organismi non profit costituiti con atto pubblico (es. associazioni, cooperative sociali, imprese sociali, enti religiosi) oppure organismi costituiti in forza di legge (es. Enti pubblici, enti pubblici territoriali ecc..., fatta esclusione per lo Stato, sue articolazioni e/o suoi organi periferici) ed operanti nei settori richiamati. La definizione va intesa avendo riguardo non esclusivamente alla forma ma, in modo più peculiare, alla presenza nell'ente richiedente di una solidarietà attiva (come anche da previsione normativa sulle Onlus - art. 10 D.Lgs. 460/97) nei confronti di terze persone in particolare situazione di bisogno sociale e della tutela, promozione e valorizzazione dei beni di interesse artistico, culturale e paesaggistico - ambientale. Devono avere sede legale nei territori dove opera la Fondazione. Sono escluse richieste di persone fisiche.
Non potranno essere prese in considerazione dalla Fondazione iniziative commerciali, di partito, di attività sindacale, di sport professionale, di raccolta fondi per conto di altre associazioni e comunque le iniziative per le quali siano difficili da riscontrare le connotazioni essenziali per far rientrare l'intervento nell'alveo istituzionale della Fondazione.
 
Settori e aree di intervento per progettualità dai territori

Sono ammissibili solamente interventi nelle province di Verona, Vicenza, Mantova, Belluno e Ancona nei seguenti settori ed esclusivamente per i seguenti temi: 

- Salute pubblica, medicina preventiva e riabilitativa: 1) acquisto strumentazioni e attrezzature diagnostiche; 2) acquisto e installazione dotazioni funzionali all'assistenza per Ospedali di Comunità;

- Educazione, Istruzione e formazione: 1) inserimento lavorativo di giovani nel mondo del lavoro (alternanza scuola/lavoro o iniziative extrascolastiche come co-working, FabLab, laboratori di innovazione); 2) strumenti e attrezzature per scuole dell'infanzia e dotazioni strumentali di tipo informatico per tutte le scuole; 3) iniziative a contrasto del disagio scolastico;

- Arte, attività e beni culturali: 1) esperienze didattiche nei musei in partenariato con scuole; 2) restauro, conservazione e recupero funzionale di edifici civili e religiosi (progetti allo stato definitivo per gli enti pubblici); 

- Assistenza agli anziani: 1) implementazione di assistenza domiciliare e attuazione di servizi di "prossimità leggera"; 2) sostegno a famiglie con famigliari affetti da malattie degenerative; 

- Volontariato, filantropia e beneficenza: 1) iniziative per persone o nuclei famigliari in stato di disagio sociale in ottica di rete con riferimento soprattutto all'emarginazione e alle "nuove povertà"; 2) interventi di rete per interventi finalizzati a dare risposte a un preciso problema sociale in ottica di comunità solidale; 3) attivazione e sviluppo di fattorie sociali per reinserimento lavorativo di soggetti svantaggiati; 

- Solidarietà Internazionale: 1) attività sanitaria per la tutela della salute materno/infantile; 2) iniziative per l'accesso alla istruzione primaria;

Si rimanda al Documento Programmatico 2016, presente sul sito www.fondazionecariverona.org, per ulteriori specifiche.
 
Tipologia e importo del contibuto

Il contributo riconoscibile è a fondo perduto, fino a un massimo del 70% delle spese sostenute e documentate, sarà quindi necessario prevedere un cofinanziamento minimo del 30%.L'importo massimo concedibile per progetto è definito all'interno di ogni settore e varia dai 20.000,00 euro ai 150.000,00 euro.

 
Presentazione delle domande dal 19/11/2015 sino al 26/02/2016 (tramite inserimento della richiesta di contributo su piattaforma on line) con successiva presentazione dei documenti richiesti in cartaceo che dovranno prevenire in Fondazione entro le ore 17 del 04/03/2016.