Contributi a fondo perduto per le imprese turistiche e commerciali mantovane

30 November 2015
Soggetti beneficiari

Possono usufruire dell'agevolazione le micro, piccole e medie imprese operanti nel settore turistico e le micro e piccole imprese operanti nel settore del commercio al dettaglio (escluso quello di autoveicoli e di motocicli).

 

Interventi agevolabili e spese ammissibili 

Sono ammissibili i progetti di realizzazione, di adeguamento e di miglioramento delle strutture turistiche di pubblico esercizio e commerciali tramite investimenti strutturali e investimenti in beni e in nuove tecnologie, in un'ottica di accrescimento della potenzialità dell'offerta turistica e della capacità competitiva degli esercizi commerciali.

Sono ammissibili le seguenti voci di spesa:

a) opere edili e impiantistiche, per le quali siano già stati richiesti ed ottenuti gli eventuali pareri e/o nulla osta necessari, funzionali all’ammodernamento e alla ristrutturazione dei locali e delle strutture di servizio e all’ampliamento e ristrutturazione di spazi comuni, pertinenziali e funzionali all’attività;

b) acquisto di macchinari, impianti, attrezzature e arredi, nuovi di fabbrica;

c) acquisto di strumenti tecnologici, dotazioni e programmi informatici, realizzazione di siti internet, purché in coerenza con il miglioramento delle modalità di gestione delle strutture e dei servizi offerti;

d) impianti e tecnologia per l’installazione di reti wi-fi gratuite a disposizione dei clienti;

e) interventi mirati al risparmio e al conseguimento dell’efficienza energetica, anche attraverso il ricorso a sistemi di energia rinnovabile non esauribile (es. impianti per l’introduzione di tecnologie di risparmio energetico, riciclo dell’acqua, energie alternative ecc …);

f) interventi sugli immobili relativi all’adozione di misure finalizzate a prevenire il rischio del compimento di atti illeciti da parte di terzi: sistemi di allarme/antifurto (finestre esterne: installazione, sostituzione dell’impianto o riparazione con innovazioni, apparecchi rilevatori di prevenzione antifurto e relative centraline, fotocamere o cineprese collegate con centri di vigilanza privati);

g) costi di installazione , montaggio e allacciamento (collegamento impianti per banchi bar ecc…);

h) progettazione e direzione lavori fino a un valore massimo del 10% dell’investimento complessivo ammissibile relativo alle opere di cui alle lettere a),e) e f);

Sono ammesse esclusivamente le fatture emesse e quietanzate entro il periodo compreso tra il 30 novembre 2015 e il 30 novembre 2016.

 

Entità del contributo 

L'agevolazione prevede l'assegnazione di un contributo a fondo perduto pari al 30% delle spese sostenute.

Potranno beneficiare dell'agevolazione i progetti di investimento di importo compreso tra 5.000 euro e 20.000 euro

 
 
Presentazione delle domande dal 30 Novembre 2015 al 31 Dicembre 2016 salvo chiusura anticipata del bando per esaurimento fondi