Bando Ricerca e Innovazione 2015

03 September 2015

 

Ambiti di Intervento

  • Misura A – creazione e sviluppo di nuove tecnologie digitali;
  • Misura B – insediamento di imprese lombarde, italiane e straniere in incubatori

 

Misura A

La misura intende favorire la realizzazione di progetti per la creazione e lo sviluppo di nuove e innovative tecnologie e servizi digitali che abbiano una ricaduta diretta in una delle seguenti aree tematiche: Agroalimentare, Eco-Industria, Industrie creative e culturali, Manifatturiero avanzato, Mobilità sostenibile, Industrie della salute, Aerospazio.

 

Soggetti Beneficiari

Micro, piccole e medie imprese con sede in Lombardia o che si impegnano ad avere sede legale e/o operativa in una provincia lombarda entro la data di presentazione delle rendicontazione e in fase di erogazione del contributo.

Le imprese devono operare nel settore delle tecnologie digitali e svolgere un’attività classificata con i seguenti codici ATECO 2007 primario: divisioni 26, 27, 58, 59, 60, 61, 62 e 63. La classificazione dell’attività economica svolta con uno dei codici ATECO 2007 primario indicati non è tuttavia vincolante. Infatti, la valutazione della effettiva operatività nel settore delle tecnologie digitali è demandata al Nucleo di Valutazione Tecnica che terrà conto sia dell’attività prevalente dell’impresa, sia dell’autocertificazione del richiedente circa l’esperienza maturata in questo settore. Nell’autocertificazione dovranno essere indicati i dati di almeno tre clienti dell’ultimo triennio e la descrizione dell’attività svolta per gli stessi nell’ambito delle tecnologie digitali.

 

Spese ammissibili

Sono ammissibili le spese sostenute a partire dalla data di pubblicazione del bando, indicativamente individuabili nella seguente lista:

 A.1. Contratti di collaborazione con enti di ricerca;

A.2. Servizi e tecnologie per lo sviluppo di prototipi e/o campionari;

A.3. Check-up tecnologici, sperimentazioni;

A.4. Servizi e tecnologie per l’ingegnerizzazione di software/hardware e prodotti relativi al progetto di ricerca;

A.5. Spese per la tutela della proprietà industriale;

A.6. Investimenti in attrezzature tecnologiche e programmi informatici necessari alla realizzazione del progetto;

A.7. Spese del personale dipendente dell’azienda, impiegato nel progetto di ricerca e innovazione (nel limite del 30% della somma delle voci di spesa ammissibili comprese nelle categorie da A.1 a A.6), solo se espressamente dedicato al progetto6;

A.8. Sono ammesse anche le consulenze specialistiche legate allo sviluppo delle tecnologie inserite nella voce di spesa A.6 (nel limite del 20% della somma delle voci di spesa ammissibili comprese nelle categorie da A.1 a A.6)

 

Importo del contributo

Misura A – Sviluppo di nuove tecnologie digitali

Investimento minimo

Importo contributo fisso

Misura A – MPMI

€ 30.000,00

€ 20.000,00

 

Presentazione delle domande dal 13 Ottobre fino al momento in cui risulteranno esaurite le risorse stanziate (comprensive di quelle previste per la lista d’attesa) e, comunque, entro e non oltre il 26 Febbraio 2016.
 
 

 

Misura B

La misura intende supportare l’avvio di start up ad alto contenuto tecnologico che intendano insediarsi presso un incubatore certificato o di derivazione universitaria presente nel territorio lombardo. E’ previsto un contributo a fondo perduto di importo fisso (voucher) a parziale copertura del costo sostenuto per l’utilizzo degli spazi dell’incubatore (affitto) e dei servizi specialistici di incubazione. Per poter usufruire del contributo, l’impresa dovrà dimostrare di essersi insediata all’interno dell’incubatore a partire dalla data di pubblicazione del Bando.

 

Soggetti Beneficiari

  •  Start up: imprese iscritte e attive al Registro Imprese da non più di 48 mesi dalla data di pubblicazione del bando.

 · Aspiranti imprenditori: persone fisiche che si impegnino, entro 90 giorni dalla data di pubblicazione sul BURL del decreto di assegnazione del contributo, a costituire un’impresa divenendone legali rappresentanti.

  •  Imprese straniere: imprese aventi sede all’estero che si impegnino ad insediarsi presso un incubatore lombardo tra quelli ritenuti ammissibili (in base al presente bando) entro 90 giorni dalla data di pubblicazione sul BURL del decreto di assegnazione del contributo e a mantenere tale insediamento ai fini dell’erogazione del contributo.

 

Spese ammissibili

Sono considerate ammissibili esclusivamente le spese sostenute presso:

  •  incubatori certificati aventi sede legale e operativa in Lombardia consultabili sul sito di www.registroimprese.it;
  •  incubatori di derivazione universitaria, ovvero incubatori iscritti al Registro imprese in una provincia lombarda e partecipati direttamente o indirettamente da un’istituzione universitaria lombarda. In fase di presentazione della domanda, dovrà essere allegato il preventivo di spesa dell’incubatore prescelto riportante la ragione sociale e la partita Iva dell’incubatore stesso.

Sono considerate ammissibili le spese sostenute dalla data di pubblicazione del bando fino al 365° giorno successivo alla data di insediamento presso l’incubatore scelto

Segue una lista indicativa delle spese ammissibili per ogni sottomisura:

Sottomisura

Tipologia spese e servizi ammissibili

B1 – Affitto postazioni

  • Costo relativo all’affitto di una postazione (desk) comprensivo di alcuni servizi indispensabili quali, indicativamente: internet, spazi comuni, utilizzo sala riunioni, servizi di pulizia

B2 – Affitto di una o più postazioni e servizi base

  • Costo relativo all’affitto di una o più postazioni (desk), comprensivo di alcuni servizi indispensabili quali, indicativamente: internet, spazi comuni, utilizzo sala riunioni, servizi di pulizia
  • Almeno due servizi base selezionabili tra quelli inclusi nella seguente lista: partecipazione a eventi/workshop, formazione in ambito gestionale, servizi di segreteria, utenza telefonica, video sorveglianza, parcheggio

B3 – Affitto di una o più postazioni e servizi avanzati

  • Costo relativo all’affitto di una o più postazioni (desk), comprensivo di alcuni servizi indispensabili quali, indicativamente: internet, spazi comuni, utilizzo sala riunioni, servizi di pulizia
  •  Almeno due servizi base selezionabili tra quelli inclusi nella seguente lista: partecipazione a eventi/workshop, formazione in ambito gestionale, servizi di segreteria, utenza telefonica, video sorveglianza, parcheggio
  •  Almeno due servizi avanzati selezionabili tra quelli inclusi nella seguente lista: supporto comunicazione e marketing, laboratori, tutorship e mentorship per empowerment imprenditoriale, formazione tecnologica, supporto ai finanziamenti pubblici, supporto progettazione e prototipazione rapida, gestione proprietà intellettuale (TTO), networking con investitori e aziende

 

Importo del contributo

Sottomisura

Tipologia di servizio

Importo contributo fisso

Investimento minimo

B1

Affitto postazioni

€ 2.000,00

 € 3.000,00

B2

Affitto di una o più postazioni e servizi base

 

€ 5.000,00

 

€ 7.000,00

B3

Affitto di una o più postazioni e servizi avanzati

 

€ 10.000,00

 

€ 15.000,00

 

Presentazione delle domande dal 13 Ottobre fino al momento in cui risulteranno esaurite le risorse stanziate (comprensive di quelle previste per la lista d’attesa) e, comunque, entro e non oltre il 26 Febbraio 2016.