Agevolazioni per l'acquisto di macchinari

19 September 2013
Beneficiari
 
- Piccole medie imprese operanti nei settori delle attività estrattive, manifatturiere, della produzione e distribuzione di energia elettrica, gas ed acqua, delle costruzioni di cui alle sezioni C, D, E ed F della “classificazione delle attività economiche ISTAT ATECO 2002
 
- Piccole e medie imprese che appartengono ai settori commercio e somministrazione di alimenti e bevande di cui alle sezioni G ed H della classificazione ISTAT ATECO 2002
 
Progetti e spese ammissibili
 
I beni oggetto dell’investimento (macchinari nuovi, tecnologicamente avanzati ovvero il cui impiego produca effetti riduttivi dell’impatto dell’attività sull’ambiente) debbono essere: nuovi di fabbrica e funzionalmente collegati, in termini di utilizzo, all’attività economica svolta dal beneficiario.
 
Forma ed entità delle agevolazioni
 
Le agevolazioni sono concesse in regime de mimimis nella forma di contributo in c/ interessi e pertanto erogate in via anticipata.

Le agevolazioni sono attivate mediante:

  • Finanziamento concesso da banche o da intermediari finanziari
  • Operazioni su effetti cambiari (sconto di effetti e sovvenzioni cambiarie).

Nel caso di operazioni di finanziamento, l’agevolazione è concessa sul finanziamento a medio e lungo termine di importo massimo pari alle spese relative all’acquisto.

Nel caso di operazioni di sconto di effetti e sovvenzioni cambiarie l’importo ammissibile è costituito da:

    1. Capitale dilazionato costituito dal prezzo della macchina;
    2. Interessi sulla dilazione di pagamento calcolati ad tasso non superiore a quello di riferimento vigente al momento della emissione degli effetti.
Sono in ogni caso escluse operazioni di importo inferiore a 50.000,00 Euro per PMI industriali e artigiane ed a 15.000,00 Euro per PMI del settore commercio e somministrazione di alimenti e bevande.
 
Presentazione domande sino ad esaurimento fondi
 
Ente erogatore: Regione Lombardia - D.G. Attività produttive, ricerca e innovazione